Cerca nel sito

Fino a qualche anno fa, in Italia, l’aspetto finanziario non era minimamente considerato.
D’altra parte non ce n’era bisogno: ci sono stati periodi in cui l’inflazione aveva percentuali a due cifre ed era superiore ai tassi di interesse: si guadagnavano soldi soltanto prendendoli in prestito. C’è stato poi il periodo in cui bastava conoscere il direttore della filiale per garantirsi il credito. Era facile fare l’imprenditore!

Oggi il danaro rende pochissimo quindi costa tantissimo, e spesso gli oneri finanziari segnano la differenza tra un’impresa di successo ed un’impresa fallimentare.
Il direttore di filiale conta quasi nulla ed il credito viene erogato sulla base di valutazioni completamente diverse da quelle che l’imprenditore è abituato a fare sul bilancio della propria azienda.

Sapere come finanziare la propria impresa, conoscere il linguaggio della banca e creare un dialogo virtuoso tra i due mondi è diventato fondamentale per sviluppare una qualsiasi attività, anche la più piccola.
Cosa pensa la banca della mia impresa? come posso migliorare il rating ed ottenere quella linea di credito?
Quali sono gli strumenti di finanziamento più adatti? Come posso accedere al crowdfunding?

  • Ottimizzazione del portafoglio debiti
  • Valutazione delle fonti di finanziamento ottimali per lo sviluppo dell’impresa
  • Elaborazione di budget economici e finanziari rapportati ai possibili scenari di settore
  • Elaborazione e valutazione di strategie di risanamento